PROGETTO DI PREVENZIONE – “La NON-Cultura della violenza: in dialogo con gli alunni delle scuole primarie e medie”

SPI- SIPsA – COIRAG in collaborazione con Provincia di Rimini, Assessorato PariOpportunità, Rete Antiviolenza e Patrocinio del Comune di Rimini e Assessorato alle Politiche dell’Educazione, della Famiglia e della Protezione Sociale per la ricorrenza del 25 novembre Anno 2016-2017, organizza il Progetto di Prevenzione: Colloquio- Esperienza, dal titolo:

“LA NON-CULTURA DELLA VIOLENZA:
IN DIALOGO CON GLI ALUNNI DELLE SCUOLE PRIMARIE E MEDIE”

 

Programma:
Lunedì 5 dicembre 2016 ore 17:00 Aula Magna Scuola Panzini (Largo Antonio Gramsci, 2 Rimini)

Presentazione-incontro con i docenti degli Istituti comprensivi delle scuole:
Alfredo Panzini e Dante Alighieri, di Rimini, e dell’Istituto comprensivo N.1, di Riccione.

Descrizione del progetto che sarà diviso in due momenti:
– Gli insegnanti che aderiranno al progetto chiederanno ai bambini/ragazzi di rappresentare, attraverso disegni, come loro immaginino la violenza.
– I disegni saranno visionati da psicoanalisti e psicoterapeuti e tenuti in considerazione per imbastire un dialogo intorno al tema della violenza, a partire dai vissuti degli alunni stessi.

Mostra dei disegni (in una sede del Comune)
In occasione della mostra saranno invitati i bambini/ragazzi, le loro famiglie e gli insegnanti a un incontro-colloquio sulla “Non-cultura della violenza” in cui psicoanalisti SPI e psicoterapeuti SIPsA-Coirag dialogheranno con loro sulle tematiche emerse.

Pensiamo che invitare bambini e ragazzi a riflettere e a esprimersi su questi temi, in un confronto con gli adulti, consenta di realizzare una prima funzione preventiva: riconoscere le diverse figure della violenza e imparare a distinguerla anche quando è spacciata per amore o per coraggio, rende più consapevoli e fa crescere.

Cinzia Carnevali, Psicoanalista SPI-SIPsA- COIRAG
Gabriella Vandi, Psicoanalista SPI
Silvia Cicchetti, Psicoterapeuta referente Gruppo SIPsA: A. Belpassi, S.Fabbri, L. Mulazzani, R. Savioli, V. Taddei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *