Transfert verticale e Transfert laterale

Nel gruppo i fenomeni transferali possono riguardare sia il terapeuta, parliamo allora di transfert verticale, sia gli altri membri del gruppo, parliamo allora di transfert orizzontale (Neri, 2017). Nello psicodramma a livello orizzontale si annoda il transfert laterale con i membri del gruppo, transfert che si sostiene attraverso il discorso del gruppo e la scelta degli Io Au...
Read More

Pulsione scopica

E’ una delle pulsioni più attive e intensamente cariche di investimento. Rimanda al desiderio di guardare, alla schisi tra l’occhio e lo sguardo.Lo sguardo è uno dei tratti differenziali tra l'analisi classica e lo psicodramma analitico. (Lemoine, 1975).E' infatti nella dimensione scopica, nell'atto di vedersi durante il gioco, che si sviluppa l'analisi del discorso. Questo sg...
Read More

Pulsione invocante

Secondo Lacan la voce è una delle forme dell'oggetto a e più di altri elementi parziali del corpo si fa portatrice della divisione del soggetto essendo la voce sempre un’alterità, sempre oggetto unheimlich, oggetto pulsionale presentificazione di mancanza.La vocalità soggettiva contiene nella sua trama gli echi della pulsione invocante, pulsione rivolta all’Altro, presente nel...
Read More

Oggetto a

Oggetto causa del desiderio che si genera nello scavo che la domanda apre aldilà della soddisfazione del bisogno. Nella relazione tra mamma e bambino aldilà del soddisfacimento di un bisogno, l'allattamento ad esempio (bisogno di nutrimento del bimbo e bisogno di nutrire della madre), sussiste un di più generato dalla domanda, che trasforma il seno reale del bisogno in seno al...
Read More

Io ausiliario

In una seduta di psicodramma l’Io ausiliario è colui che viene scelto dal paziente/protagonista per “giocare” un ruolo (madre, padre, amico, fidanzata, ecc.) nella scena che si intende rappresentare.“Bastano pochi tratti significativi per rimettere in movimento gli automatismi di ripetizione del protagonista […] questo consente all'attore principale di misurare la distanza tra...
Read More

Immaginario/Simbolico/Reale

Immaginario, simbolico e reale sono tre categorie introdotte da Lacan che organizzano l'esperienza dell'essere umano.L'immaginario è il registro delle identificazioni e del narcisismo, dell'io (moi) e delle relazioni intersoggettive; a questo livello il soggetto assume come propria immagine l'altro speculare così come viene descritto da Lacan nella fase dello specchio. All'int...
Read More

Godimento

Freud riconosce caratteristica dell'essere umano l'aspirazione verso un ideale di felicità totale che assume diverse forme tra le quali il piacere assoluto dell'incesto. Tale slancio produce una tensione psichica dolorosa tanto più che tale aspirazione è interdetta. E’ l’aldi là del principio del piacere. Tale spinta, arginata dal processo di rimozione, possiede tre alternativ...
Read More

Fase dello specchio

Per Lacan designa il particolare momento, tra i sei e diciotto mesi, nel quale il bambino riconosce la sua immagine riflessa nello specchio dando forma a un io unitario ma alienato in una immagine speculare. A causa della immaturità psichica, l'infante possiede a quell'età una percezione frammentaria e indifferenziata del proprio corpo. La fase dello specchio permette la costi...
Read More

Fantasma

Scenario immaginario in cui è presente il soggetto e il suo desiderio. Lacan sottolinea la natura sostanzialmente linguistica del fantasma. Lo scenario del fantasma comprende il soggetto dell’inconscio e la sua particolare modalità di godimento. E’ effetto del desiderio inconscio e canovaccio dei desideri consci e inconsci. I fantasmi arcaici inconsci spingono a una realizzazi...
Read More

Discorso di gruppo

Di seduta in seduta, attraverso il lavoro degli psicodrammatisti viene a formarsi il discorso di gruppo.Discorso non limitato agli aspetti immaginari delle relazioni tra i partecipanti.L'intervento dell’animatore funziona da taglio della circolarità delle narrazioni, dando la parola, togliendola, rimettendola in circolazione, ripunteggiando il discorso. L'osservatore fornisce ...
Read More